Chi è la Gae

Chi è la GAE?
GAE è l’abbreviazione di Guida Ambientale Escursionistica, una figura professionale del comparto del Turismo che lavora in stretta interazione con l’ambiente naturale. Alle nostre spalle la più importante associazione di categoria per Guide Ambientali Escursionistiche, l’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) riconosciuta dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), che associa circa 4000 guide in tutta Italia. La GAE esercita in svariati ambienti territoriali, dalla pianura alla montagna, dalla collina al mare e al lago, fino ad ogni area antropica che abbia uno sfondo naturale da vivere.
L’attività professionale GAE prevede la descrizione, la spiegazione e l’illustrazione degli aspetti ambientali, naturalistici,antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali, conducendo in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico, ecoambientale, etnologico ed ecologico, allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia, le tradizioni culturali ed enogastronomiche e le attrattive paesaggistiche. Fornisce elementi di sostenibilità e di educazione ambientale, insieme alla progettazione, programmazione e svolgimento di laboratori ed iniziative di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale, anche affiancando, in ambito scolastico, il corpo insegnante.
Chi è la GAE

AIGAE

Perchè scegliere una GAE?
Nell’era del materiale, della fretta, dell’obiettivo e del poco tempo a disposizione, ognuno di noi sente sempre maggiormente il bisogno di evadere, di scoprire, di rilassarsi e sognare. Utilizzare nel migliore dei modi il proprio tempo libero è diventato un investimento al quale non si può più rinunciare, sia a livello fisico che mentale. In proporzione diretta alla frenesia dei giorni nostri, fortunatamente, cresce il desiderio di cura e benessere per ognuno di noi. Se si unisce tutto questo alla passione per il viaggio, alla voglia di contatto con la Natura, di esplorazione, di scoperta passo dopo passo verso il mondo della fauna e della flora, della geologia e di tutte le meraviglie che ci circondano, nasce il mix perfetto per chi desidera appoggiarsi a una GAE per il suo investimento.
“Affidamento” è la parola che meglio si addice per descrivere il rapporto fra la GAE e colui che decide di appoggiarsi a questa figura per vivere esperienze fuori dagli schemi del turismo abituale. Tutti i progetti vengono creati in base ad ogni singola richiesta: in base all’ambiente desiderato, alle tempistiche a disposizione, ai soggetti e alla grandezza dei gruppi, alle caratteristiche fisiche e tecniche, all’argomento preferito, al periodo stagionale. Sono rivolti a chi ama viaggiare, camminando o con la bici; agli istituti didattici che mirano all’educazione ambientale e a favorire il contatto con la Natura da parte dello studente di ogni età; al turista che voglia aggiungere alle visite guidate percorsi di tipo naturalistico; a chi vive il proprio territorio e ne voglia approfondire la conoscenza; a chi vuole unire varie attività, come quella sportiva, fotografica o semplicemente ludica.
Affidarsi ad una Gae, oltre a tutti gli aspetti già descritti, significa apportare un “valore aggiunto” all’esperienza che si vuole vivere. Tutte le uscite, infatti, hanno come filo conduttore temi attuali di forte rilevanza e ruoli di cui ognuno di noi sente il bisogno di esserne partecipi:
>sensibilizzazione all’ecosostenibilità: guardare l’ambiente con occhi diversi e apprendere le azioni più semplici per conservarlo in vista di un futuro migliore
>ecoturismo: scegliere di essere viaggiatori su zone di interesse naturalistico e attori del rispetto per l’ambiente
>conoscere la biodiversità: oltre al viaggio fine a se stesso, assorbire conoscenze tali da capire il debole equilibrio fra habitat, per favorire un’educazione ambientale volta al miglioramento delle nostre abitudini
>esperienze sensoriali: riprendere la conoscenza dei nostri sensi attraverso attività naturali che li esaltino e nutriscano.
Le uscite proposte sono tutte a carattere escursionistico e cicloescursionistico, senza l’ausilio di mezzi di progressione e non contemplano sentieri attrezzati o di livello alpinistico.